fbpx

CROCCHETTE:
CONSERVIAMOLE
NEL MODO GIUSTO

Qualche giorno fa un cliente ci ha contattato perché, di punto in bianco, il suo cane ha iniziato a rifiutare le crocchette che mangiava da una vita.

Il cane, ci raccontava, sembrava assolutamente in salute, le recenti analisi effettuate non mostravano valori alterati, la sua voglia di giocare e interagire con tutta la famiglia sembrava la stessa di sempre e il veterinario non aveva riscontrato nulla di anomalo.

Ciononostante, da qualche giorno, fido rifiutava completamente le crocchette.

Perché?

Il cane è viziato, mangia troppi spuntini fuori pasto, troppi avanzi della cena e ovviamente rifiuta il suo cibo. Giusto?

Sbagliato!

Fissai un appuntamento telefonico col cliente per conoscere meglio le abitudini del cane e le possibili cause del rifiuto.

Chiesi poi al cliente come e dove conservava le crocchette del suo cane.

Mi rispose che, dopo aver aperto il sacco, riversava tutto il contenuto in un fusto di plastica che, recentemente, aveva sistemato in giardino.

A quel punto gli spiegai che probabilmente non c’era da preoccuparsi e che la causa dell’inappetenza del suo cane poteva esser dovuta ad una cattiva conservazione delle crocchette. Gli consigliai di acquistare una nuova confezione di cibo e gli diedi alcuni suggerimenti per conservarlo al meglio. Il cane tornò a mangiare più di prima.

Se l’inappetenza spesso è sintomo di un malessere o di una patologia, talvolta può essere causata dal sapore o dall’odore del cibo somministrato.

Il povero cane rifiutava il cibo perché era andato a male. Tu mangeresti qualcosa di avariato?

Conservare le crocchette nel modo corretto è fondamentale per evitare contaminazione, muffe e irrancidimento, tutte cause che, oltre ad alterarne il sapore possono causare malessere ai nostri amici a quattro zampe.

L’irrancidimento, in particolare, è una reazione chimica causata dall’alterazione dei grassi che a contatto con l’ossigeno subiscono una modifica strutturale.

A causa di questa alterazione non solo le crocchette assumono un odore e un sapore sgradevole ma, alla lunga, possono peggiorare la salute del nostro animale domestico.

Primo piano cane

6 TIPS per conservare correttamente le crocchette:

CONTROLLA SEMPRE LA SCADENZA

Vero è che sono prodotti a lunga conservazione ma ciò non vuol dire che non deperiscono mai. Come ogni prodotto alimentare anche le crocchette hanno una scadenza oltre il quale non vanno somministrate. Al momento dell’acquisto è opportuno verificare sempre.

CONSERVAZIONE

E’ consigliabile conservarle sempre nel sacco in cui si acquistano. Questo contiene una barriera in grado di mantenerle fresche e appetibili, in alternativa, usare appositi contenitori ermetici.

TENERE AL RIPARO DA LUCE DIRETTA E DA FONTI DI CALORE

La luce diretta del sole e il calore in particolare velocizzano tutti quei processi che alterano la struttura della crocchetta e ne accellerano il deterioramento

TENERE AL RIPARO DA ACQUA E UMIDITA’

Anche acqua e umidità deteriorano la crocchetta

MAI MISCHIARE CROCCHETTE VECCHIE CON CROCCHETTE NUOVE

Il cibo vecchio è più vicino alla data di scadenza e sopratutto è stato già esposto all’aria. Finire sempre una confezione prima di aprirne un’altra.

LAVARE SPESSO E CON CURA LA CIOTOLA

Possiamo anche conservare il cibo perfettamente ma se la ciotola è sporca o contaminata saremo sempre al punto di partenza.

La dieta personalizzata per il tuo amico a quattro zampe

info@dietebestiali.it

DieteBestiali.it © 2020 All Rights Reserved Terms of Use and Privacy Policy

NEWSLETTER

Inserisci la tua mail per iscriverti alla newsletter e non perderti nessuna delle nostre novità