Arriva un nuovo cucciolo. Ecco le 8 regole nutrizionali Previous item Primavera alle porte... Next item Grassi ma non troppo...

Arriva un nuovo cucciolo. Ecco le 8 regole nutrizionali

L’arrivo di un nuovo cucciolo è sempre un momento speciale ma partire col piede giusto è fondamentale.

Sono teneri e buffissimi, osservarli mentre vanno alla scoperta del mondo che li circonda è sempre uno spasso. Spesso hanno zampe troppo grandi e orecchie troppo lunghe e solo un cuore di pietra riesce a resistere alla tentazione di riempirli di coccole.

Un nuovo cucciolo in casa porta sempre una ventata di gioia, in poco tempo diventerà a tutti gli effetti un membro della famiglia, ci starà accanto per tutto il resto della sua vita e noi, padroni, dobbiamo fare in modo che possa essere lunga e sana.

Quando si parla di cuccioli uno degli aspetti più trascurati è proprio l’attenzione per la sua nutrizione. Molte delle patologie che si possono presentare infatti sono proprio di origine alimentare. Una giusta dieta, che tenga in considerazione il fabbisogno del cucciolo e i giusti livelli energetici, è uno dei punti cardine per la crescita sana e bilanciata del nostro amico a 4 zampe.

Piani nutrizionali cucciolo

Ecco 8 semplici regole da seguire quando arriva in casa un nuovo cucciolo:

1.DIVIDERE IL CIBO IN PIU’ PASTI

La razione giornaliera di cibo di un cucciolo va suddivisa in 3 pasti che, una volta finita la fase di crescita, possono essere ridotti a due.

2.AD OGNUNO IL PROPRIO CIBO

E’ importante non interrompere precocemente la somministrazione di un mangime (secco o umido) Puppy al nostro cucciolo. Spesso si pensa infatti che tutti i cani finiscano la proprio crescita entro i dodici mesi di età ma non è
cosi. Un Chihuahua completerà la propria crescita intorno ai dodici mesi mentre un Alano verso i ventiquattro. Le esigenze di un cucciolo in crescita non sono assolutamente uguali a quelle di un cane adulto.

3.ORARI E ROUTINE

Il cucciolo, fin da subito, deve imparare a mangiare sempre allo stesso orario. La ciotola va lasciata a disposizione, al massimo, per 30 minuti e poi ritirata. Lasciare la ciotola piena sempre a disposizione è deleterio in particolare per i cani di taglia media e piccola che tendono ad essere più selettivi con il cibo.

4.CENTELLINARE I PREMI

I premi sono importanti ma vanno usati con parsimonia e mai sostituiti ai pasti. Il cucciolo deve abituarsi alla ciotola. Per gratificarlo nel periodo dell’addestramento è consigliabile dividere i premi in piccole porzioni.

5.NON ASSECONDIAMOLI TROPPO

Non bisogna assecondare troppo spesso i gusti dei nostri cuccioli, il rischio è che tenderanno a selezionare gli alimenti ed andare incontro a fasi di digiuno.

6.LA SCELTA GIUSTA

Nella scelta dei croccantini è fondamentale valutare con attenzione le esigenze del nostro animale, e scegliere il prodotto più idoneo.

7.ALIMENTAZIONE CHE FUNZIONA NON SI CAMBIA

Se il nostro cucciolo si trova bene con un tipo alimentazione (commerciale umida o secca, mista, casalinga o barf) bisogna evitare di cambiarla. Questo vale in particolare per la fonte proteica perché, cambiandola, possiamo predisporre l’animale alla comparsa di forme allergiche o d’intolleranza alimentare. È stato inoltre dimostrato che, come nei bambini, gli svezzamenti precoci dei cuccioli (prima delle 8 settimane di vita), aumentano il rischio di reazioni avverse al cibo.

8.EVITARE SEMPRE IL FAI DA TE

Evitiamo sempre di improvvisare una dieta per il nostro amico a quattro zampe. Comportamenti scorretti possono portare all’insorgenza di gravi malattie. Per qualsiasi dubbio è fondamentale rivolgersi sempre al medico veterinario. Se cerchi una piano alimentare personalizzato per il tuo amico a quattro zampe puoi rivolgerti al team di Diete Bestiali.

Ricorda che un’alimentazione corretta allunga la vita dei nostri amati animali.

Add Your Comment